mercoledì 27 novembre 2019

Storia di una Sinistra senza identità, senza idee

Da "Bandiera Rossa" a "Bella ciao" - canzone delle mondine alla quale i partigiani cambiarono le parole -. Da "falce e martello" alla "quercia", come simboli, per arrivare ad inserire il tricolore nell' attuale PD cantando pure l'Inno di Mameli ad ogni assemblea come da sempre fa la Destra. Oggi, in occasione delle prossime elezioni in Emilia Romagna - in virtù delle batoste ricevute - tolgono il simbolo del partito - o coalizione - e sparisce il tradizionale sfondo rosso, diventando VERDE come il colore della Lega. Senza parlare della trovata "sardine": Berlinguer si starà rivoltando nella tomba! Badate bene, non si tratta di cicli politici, si tratta di una fine dettata dalla Storia. Così come oggi non avrebbe più senso definirsi carbonari o briganti. Pertanto, avanti con i pesci i quali notoriamente sono avvezzi nell'abboccare!

Nessun commento:

Posta un commento